Per qualsiasi richiesta ci puoi conttatare al numero:

Per un preventivo gratuito potete utlizzare il nostro pratico form di contatto: PREVENTIVO GRATUITO

Per caldaie di nuova genrazione s'intendono le caldaie a condensazione. A differenza delle caldaie classiche possiedono un redimento più elevato che comporta un minor consumo di combustibile. La pulizia dev'essere effettuata periodicamente per migliorarne i rendimenti e la sicurezza dell'impianto.

 

 

 

A differenza delle caldaie di nuova genereazione le caldaie classiche hanno dei rendimenti inferiori che comportano dei consumi più elevati. La pulizia dev'essere effettuata periodicamente per migliorarne i rendimenti e la sicurezza dell'impianto.

  

 

Ogni anno si deve effettuare la manutenzione ordinaria della caldaia per il riscaldamento domestico. Oltre alla pulizia annuale della caldaia, ogni due anni bisogna fare l’analisi di combustione, che consiste nel controllo dei fumi e delle emissioni.

Una regolare manutenzione della caldaia permette di ridurre i consumi, aumentare l’efficienza degli impianti e limitare l’inquinamento atmosferico prodotto dagli scarichi dei fumi. Inserimento

 

In un impianto di riscaldamento, la caldaia è l'apparecchiatura che trasforma l'energia di combustibili in calore e lo rende disponibile in un circuito contenente acqua o aria che ha la funzione di distribuire il calore negli ambienti ed eventualmente nell'acqua dell'impianto sanitario.

È generalmente costituita da un recipiente riscaldato contenente acqua (o altro liquido), che quindi aumenta di temperatura per effetto di un riscaldamento esterno. Come caso particolare, se tale apparecchiatura è destinata a provocare il cambiamento di stato dell'acqua, da liquido ad aeriforme, in modo continuo e in condizioni controllate, viene meglio definita generatore di vapore.

Parte dell'evoluzione delle caldaie è dovuta all'evoluzione dei combustibili. Dal legno dei primordi, si è passati al carbone verso il XVIII secolo, e questo è rimasto per un secolo e mezzo il combustibile principe; la combustione avveniva nel focolare, sostanzialmente una griglia, su cui veniva posto il combustibile solido, in modo più o meno meccanizzato e da cui venivano evacuate le ceneri, anch'esse in modo più o meno meccanizzato. Nel XX secolo il carbone è stato gradualmente soppiantato dai combustibili liquidi; ciò ha richiesto la sostituzione del focolare con altri sistemi, in grado di iniettare miscele combustibile liquido - comburente gassoso nella camera di combustione. Tali dispositivi sono detti bruciatori.

 

Al contrario di quanto si è portati spesso a pensare, la canna fumaria si sporca e non esistono canne fumarie autopulenti, qualsiasi sia il materiale con cui sono costruite.

La canna fumaria deve essere pulita e controllata almeno una volta l'anno.

I costi di questo intervento dipendono dall'altezza del camino.

La manutenzione dell'impianto fumario è quindi necessaria per:

  • la salvaguardia dell'incolumità e della sicurezza di persone e tutto ciò che può essere a rischio d'incendio;
  • prevenire il possibile ritorno di fumi tossici;
  • ridurre i consumi e migliorare il funzionamento e la facilità di acensione dei combustibili;
  • salvaguardare l'ambiente.

 

Il risanamento può consistere consiste nel ripristinare le caratteristiche termofluidodinamiche del sistema utilizzando opportune malte cementizie da applicarsi mediante apposite sagome da inserire all'interno dei camini.

Talvolta può essere necessario provvedere ad un ripristino mediante risanamento dell'impianto fumario. Le tecniche da utilizzare possono essere diverse: si va dall' intubaggio con la camicia in acciaio alla guaina termoindurente. Proprio quest'ultima tecnica si va diffondendo sempre di più come valida alternativa all'installazione della camicia, specie nella bonifica delle canne fumarie in cemento o con mattoni di cotto.

Effettuando la pulizia dei pannelli solari e fotovoltaici favorisce il miglior rendimento dell'impianto.

  

Per pellet si intende un biocombustibile omogeneo di forma cilindrica, con un diametro variabile tra i 5 ed i 10 mm ed una lunghezza di 15÷30 mm; prodotto mediante compressione a secco di rifili e di materiale fine (segatura) di residui legnosi non contaminati prodotti direttamente dall’agricoltura oppure dalle segherie e dalle industrie di lavorazione del legno

La lignina presente nel legno garantisce la compattezza dei cindretti di pellet.

Il pellet è un combustibile ecologico che oltre a garantire l'ambiente dall'aumento di CO2 nell'atmosfera, offre un eccellente confort , sia per l'elevato rendimento termico, sia per la facilità di stoccaggio.

Rispetto ad altri combustibili con il pellet si può ottenere una rendita di oltre il 90 per cento.

Grazie al suo peso specifico elevato ed alla elevata resa, lo stoccaggio è molto facile: consente grande autonomia con circa il 20 per cento in meno del volume di spazio rispetto al legno.

   

 

Il pellet viene utilizzato in stufe, caldaie, bruciatori, appositamente progettati sia per l'utenza domestica che per l'utenza industriale.

Le stufe domestiche vengono riempite periodicamente, esattamente come con un combustibile liquido quale il gasolio o il gpl, ma con il vantaggio che il pellet occupa, a parità di calorie e quindi di resa, circa 1/5 del volume. La stufa provvede automaticamente al prelievo del combustibile necessario, si auto-accende e auto-spegne, provvederà insomma, al pari o addirittura meglio di una stufa alimentata con i combustibili tradizionali, a fornire il calore necessario a seconda di come viene regolato il termostato.

La Videoispezione viene eseguita in tutti i camini e in tutte le canne fumarie sia sul condotto primario che sul secondario o al collaudo dell'impianto per rilasciare la dichiarazione di conformità, oppure in caso di necessità.

Si effettua inserendo dall'alto una telecamera con obiettivo rotante per i primari, mentre per i secondari si inserisce dal basso una telecamera dalla testata fissa.

La Videoispezione viene registrata tramite un televisore con registratore incorporato.

Non comporta alcun danno o modifica alle strutture esistenti.