Per qualsiasi richiesta ci puoi conttatare al numero:

Per un preventivo gratuito potete utlizzare il nostro pratico form di contatto: PREVENTIVO GRATUITO

Ogni anno si deve effettuare la manutenzione ordinaria della caldaia per il riscaldamento domestico. Oltre alla pulizia annuale della caldaia, ogni due anni bisogna fare l’analisi di combustione, che consiste nel controllo dei fumi e delle emissioni.

Una regolare manutenzione della caldaia permette di ridurre i consumi, aumentare l’efficienza degli impianti e limitare l’inquinamento atmosferico prodotto dagli scarichi dei fumi. Inserimento

 

In un impianto di riscaldamento, la caldaia è l'apparecchiatura che trasforma l'energia di combustibili in calore e lo rende disponibile in un circuito contenente acqua o aria che ha la funzione di distribuire il calore negli ambienti ed eventualmente nell'acqua dell'impianto sanitario.

È generalmente costituita da un recipiente riscaldato contenente acqua (o altro liquido), che quindi aumenta di temperatura per effetto di un riscaldamento esterno. Come caso particolare, se tale apparecchiatura è destinata a provocare il cambiamento di stato dell'acqua, da liquido ad aeriforme, in modo continuo e in condizioni controllate, viene meglio definita generatore di vapore.

Parte dell'evoluzione delle caldaie è dovuta all'evoluzione dei combustibili. Dal legno dei primordi, si è passati al carbone verso il XVIII secolo, e questo è rimasto per un secolo e mezzo il combustibile principe; la combustione avveniva nel focolare, sostanzialmente una griglia, su cui veniva posto il combustibile solido, in modo più o meno meccanizzato e da cui venivano evacuate le ceneri, anch'esse in modo più o meno meccanizzato. Nel XX secolo il carbone è stato gradualmente soppiantato dai combustibili liquidi; ciò ha richiesto la sostituzione del focolare con altri sistemi, in grado di iniettare miscele combustibile liquido - comburente gassoso nella camera di combustione. Tali dispositivi sono detti bruciatori.